Cerca nel sito

187 elementi trovati

Post sul blog (112)

  • Partirono senza indugio – Esercizi Spirituali Missionari 2022

    Dal 29 aprile al 1° maggio si sono svolti gli esercizi missionari 2022 in parte a Roma, in parte nella casa di Villasora, a Frascati. Ciò che rende speciali queste tre giornate è proprio il carisma salesiano missionario, determinate tematiche e alcune attività specifiche. Questi esercizi sono dedicati ai giovani che hanno partecipato al percorso di MissioLab o che hanno una particolare sensibilità missionaria. Leggi l’articolo per scoprire di cosa si tratta e per maggiori informazioni. I partecipanti, provenienti da tutta l’Italia Centrale, si sono incontrati alle 16:30 presso l’istituto di via Marghera 40 a Roma, vicino alla stazione Termini. Dopo una dinamica di conoscenza, una breve lezio introduttiva di don Francesco De Ruvo, i vespri e la cena al sacco, il gruppo si è spostato verso la casa del Sacro Cuore per fare un’esperienza di missionarietà con i ragazzi della Banca dei Talenti. “La Banca dei Talenti è uno dei Progetti Missionari della realtà salesiana del Sacro Cuore in Castro Pretorio, che opera nell’ambito della carità verso i senza fissa dimora della stazione Termini a Roma. Il parteciparti si riuniscono tutti i venerdì sera, dalle 18.30, al Sacro Cuore (via Marsala, 42) per preparare panini e tè, che poi, dalle 21 alle 22.30 circa, vengono distribuiti alla stazione Termini e nelle vie adiacenti. Lo scopo fondamentale del gruppo non sta tanto nella distribuzione di pasti e bevande, ma nell’instaurare una relazione con le persone incontrate, costruendo rapporti di vera vicinanza reciproca, che alimentino la speranza e la gioia di chi ne è coinvolto. Il servizio è quindi anche mezzo di crescita umana e spirituale nella fraternità nel sostegno reciproco.” (Dalla pagina facebook del gruppo https://it-it.facebook.com/labancadeitalenti/) Dopo l’esperienza, il gruppo si è spostato alla casa salesiana di Villasora, dove ha passato la notte e gli altri due giorni. La mattina del sabato è iniziata con le lodi e la colazione, seguiti da una letio di suor Anna Maria Spina sul brano della vocazione di Matteo preso dai tre vangeli sinottici e con l’aiuto dello splendido quadro di Caravaggio. Dopo il momento di deserto (un momento dedicato al silenzio e alla riflessione personale), i giovani hanno condiviso a coppie qualche pensiero in giro per l’incantevole e fiorente giardino di Villasora. Prima di un buon pranzo all’aperto, la mattina si è conclusa con la celebrazione della messa. Dopo il pranzo, i partenti per il Togo e l’Egitto si sono riuniti per un momento di preparazione all’esperienza estiva. Quest’anno, infatti, sono state proposte due esperienze di circa 4 settimane nella casa di Alessandria d’Egitto e di Lumè. Al momento coi partenti, è susseguita una letio di suor Linda Pocher, che ha dedicato un importante spazio della sua giornata al gruppo, e un momento di deserto. La serata è continuata con un workshop missionario, un’attività molto interessante che ripercorreva le opere di alcuni missionari che hanno fatto la differenza in giro per il mondo. Il workshop, come il resto degli esercizi, è stato organizzato da suor Laura Siani, don Francesco Carta e Marco Santini, che hanno preparato i tre giorni con tanto impegno ed entusiasmo e meritano un grande ringraziamento. La sera è stata poi arricchita dai vespri e da un bellissimo tramonto ammirato dalla terrazza di Villasora, dalla quale il gruppo ha intonato Resta qui con noi davanti a una splendida vista su Roma. Dopodiché, la cena è stata una vera dimostrazione di cosa significhi fare una grigliata. Un ulteriore ringraziamento, infatti, è da fare alle persone che hanno preparato i pasti con cura e attenzione, rendendo i giorni di esercizi ancora più piacevoli. Dopo la cena, in puro stile salesiano c’è stato un momento di convivialità, semplice ma allo stesso tempo perfetto. Queste occasioni ci mostrano sempre come non servano grandi cose per stare bene insieme, ma come basti un po’ di spensieratezza e allegria per trasformare una semplice mezz’ora in un momento speciale. Dopo la piccola serata e la buonanotte di una ragazza del gruppo, Costanza, la giornata di sabato si è conclusa con un momento di adorazione. La domenica mattina è stata caratterizzata da una letio itinerante di don Francesco Carta. Il brano evangelico protagonista della letio è stato quello dei discepoli di Emmaus. In cammino, i ragazzi hanno percorso varie tappe del brano come i due discepoli hanno percorso varie tappe del loro viaggio. Il momento successivo è stato di silenzio e riflessione personale. Dopo la messa domenicale e il pranzo, il gruppo ha condiviso qualcosa sui tre giorni di esercizi spirituali ed è stata donata una piccola bussola a tutti, un simbolo che i partenti in Togo e in Egitto porteranno con loro nella loro esperienza missionaria estiva. Dopo la condivisione e i saluti, i partecipanti sono tornati, chi prima chi dopo, nelle loro case, pronti a trasformati da un’arricchente esperienza a fare sempre più il Bene. Sono stati tre giorni di grande fraternità e condivisione, organizzati con cura e attenzione, e ricchi di bei momenti passati insieme e di riflessioni profonde. Un grazie speciale a Colui che ha donato a tutti i partecipanti di fare questa bella esperienza, agli organizzatori, ai cuochi, a suo Linda, suor Anna Maria Spina, don Francesco de Ruvo, don Francesco Carta, ai giovani della Banca dei talenti, alla casa ospitante di Villasora e a tutti coloro che hanno accompagnato i giovani in questi esercizi missionari del 2022. Una nota particolare deve essere dedicata anche a due ragazzi che hanno seguito gli esercizi, per quanto possibile, da casa causa covid. Ci auguriamo di poter tornare sempre più alla normalità il prima possibile, dimostrando che neanche il covid può fermare la voglia e l’entusiasmo degli esercizi spirituali. Come i discepoli di Emmaus, anche i partecipanti di questi esercizi partirono senza indugio verso le proprie comunità e fra qualche mese per l’estero.

  • COME UNA GOCCIA NELL’OCEANO

    “Io sono una missione per gli altri”: questa la tematica dell’ultimo incontro di MissioLab Marche-Abruzzo che si è tenuto a Civitanova Marche il 9 aprile 2022. Quale migliore maniera di affrontare tale tema se non confrontandosi con chi in missione ci è già stato? È stato interessante ed arricchente per noi ascoltare Daniele Arbuatti raccontarci del suo viaggio ad Alessandria d’Egitto e poi della sua più recente esperienza in Polonia. “La missione è una maledizione” così ha esordito Daniele. Seppur all’inizio siamo rimasti sbalorditi da quest’affermazione, attraverso il suo racconto ne abbiamo poi compreso la profondità. Ciò che intendeva dire era che, una volta vissuta l’esperienza della missione, essa lascia nell’anima un’impronta indelebile: una spinta ad agire che ti impedisce di rimanere indifferente di fronte alle situazioni di ingiustizia e di emarginazione. Ad Alessandria, durante il suo servizio in oratorio, ha sperimentato la convivenza di più culture e religioni e ha assistito a situazioni che lo hanno profondamente colpito: i bambini di cui si occupavano lui e gli altri partenti erano portatori di storie a volte drammatiche ma sempre fonti di crescita. A distanza di alcuni anni dall’esperienza in Egitto è ancora vivido il ricordo dei loro volti così come è ancora forte l’esigenza di farsi prossimo, esigenza da cui è nata l’iniziativa di andare in Polonia insieme a Don Alessio Massimi SDB e Giancarlo Pennesi. Si sono recati a portare beni di prima necessità presso un centro di accoglienza di profughi ucraini dove hanno incontrato altri volti e altre storie piene di paura e smarrimento. Al loro ritorno hanno accompagnato inoltre in Italia una famiglia di profughi che doveva raggiungere proprio Civitanova. Certo erano solo alcune delle tante persone che dovevano arrivare in Italia, l’azione di Don Alessio, Daniele e Giancarlo è stata come una goccia nell’oceano ma, come diceva Madre Teresa di Calcutta, senza di essa l'oceano avrebbe avuto una goccia in meno.

  • Esercizi Spirituali di Quaresima 2022, Toscana- Liguria

    Nel weekend del 18-20 marzo 2022 si sono tenuti gli esercizi spirituali MGS delle zone Toscana e Liguria a Castiglion d’Orcia, guidati da Don Stefano Casu. Circa trenta giovani si sono riuniti tra le campagne senesi per vivere insieme tre giorni in un clima di silenzio e condivisione, e certamente la natura nella quale erano immersi ha contribuito rendendo ancora più significativi questi esercizi. Nonostante le dovute precauzioni che sono state tenute per il periodo che ancora ci caratterizza, il desiderio di stare insieme ha permesso di vivere con la “V” maiuscola ogni momento senza perdere l’entusiasmo che rispecchia la famiglia salesiana. I giovani che hanno deciso di partecipare provenivano dalle case di Colle val d’Elsa, Firenze, Genova, Livorno, Pisa e Siena: questa unione ha permesso di valorizzare nuovamente la grazia della condivisione e del confronto fra età, città e oratori differenti. Il tema che ha accompagnato questi giorni è stato “Una Grazia che chiama”. Don Stefano Casu ha fatto luce sulla Grazia attraverso San Francesco di Sales e alcuni stralci della “Lettera ai Galati” di San Paolo. Queste figure ci hanno aiutato a riconoscere la Grazia nella vita di tutti i giorni, aprendo gli occhi e valorizzando anche le piccole meraviglie che spesso vengono date per scontate. Un momento forte e toccante è stato quello dell’Adorazione notturna, dove turnandosi a coppia o a piccoli gruppi, i giovani hanno pregato davanti al Santissimo per tutta la notte. In quell’occasione la Grazia del Signore li ha fatti sentire sempre più amati e, accolti fra le sue braccia, hanno affidato tutte le loro vite, le difficoltà e i momenti più bui della vita. Un ringraziamento speciale va a Don Stefano Casu che ha guidato questi esercizi con cura e attenzione, a tutto il comitato MGS per aver organizzato nel dettaglio ogni giornata e il grazie più grande va a Dio, che ci ha illuminati con la sua Parola e ci ha permesso di vederci dal vivo. Gli esercizi, infatti, sono un punto di partenza per vivere nella quotidianità ciò a cui siamo chiamati. In conclusione sono stati giorni di comunione, condivisione e Amore, che ci hanno accompagnati e ci accompagneranno in questo periodo di Quaresima, momenti che fanno bene al cuore di ciascuno e che verranno ricordati con gioia. Buon cammino e buona vita a tutti!

Visualizza tutti

Pagine (61)

  • | spazio-mgs-ic

    2 DICEMBRE Santa Maria, Vergine dell'attesa , facci capire che non basta accogliere: bisogna attendere. Accogliere talvolta è segno di rassegnazione. Attendere è sempre segno di speranza. Rendici, perciò, ministri dell'attesa. E il Signore che viene, Vergine dell'Avvento, ci sorprenda, anche per la tua materna complicità, con la lampada in mano.

  • spazio-mgs-ic | Novena Don Bosco 201

    Novena di don Bosco Nove oggetti e nove consigli che don Bosco ci ha consegnato, per vivere in modo straordinario l'ordinario Clicca sull'oggetto del giorno e scopri il consiglio di don Bosco

  • GRUPPI RICERCA | spazio-mgs-ic

    Gruppi Ricerca I Gruppi Ricerca sono l'impegno del MGS a dare concretezza al personale percorso di ricerca dei giovani, adeguatamente accompagnati e sostenuti da una corretta cultura vocazionale. La proposta dei Gr si rivolge alle varie fascia d'età: Il Gr Leader per i preadolescenti più motivati; il Gr Ado per gli adolescenti; il GxG per gli animatori che iniziano il servizio; il Gr Discernimento per i giovani davanti alla loro vita; i Gr Maìn e Scelta rispettivamente per le ragazze ed i ragazzi che desiderano interrogare da vicino la vita salesiana consacrata. L'Animazione Vocazionale è il vertice della proposta pastorale del MGS: intende fornire percorsi di approfondimento della personale esperienza di amicizia con il Signore da parte di ogni giovane. A tale scopo il MGS si impegna a promuovere la continuità tra la vita ordinaria dei giovani all'interno della comunità ecclesiale animata dalla Spiritualità Giovanile Salesiana e le esperienze specifiche destinate ad alcuni tra i giovani più interessati a tale approfondimento. A livello locale, zonale, interzonale e territoriale occorre favorire la presenza e la diffusione di tali opportunità. Consulta i calendari dei GR per l'anno 2021-2022: Discernimento ​ 16-17 Ottobre 13-14 Novembre 11-12 Dicembre 08-09 Gennaio 12-13 Febbraio 09-10 Aprile 14-15 Maggio Per iscriverti chiedi ai tuoi responsabili o al tuo segretario di zona!

Visualizza tutti