top of page
  • La commissione di AM dell’Italia Centrale

DA VALDOCCO… A VOI STUDIO! - Consulta Nazionale Animazione Missionaria


Perché siamo qui oggi? - Il 12 e 13 novembre a Valdocco, giovani, FMA e SDB si sono incontrati per un confronto delle diverse attività dell'animazione missionaria sul territorio italiano.

Infatti i giovani, le salesiane e i salesiani presenti fanno parte delle equipe ispettoriali di animazione

missionaria. 24 ore di confronto, testimonianze e gruppi di lavoro per conoscersi, dialogare e

progettare un percorso condiviso.

Ad aprire il tavolo di lavoro, la testimonianza del Signor Cosimo Cossu, SDB coadiutore,

missionario in Ecuador per 20 anni; e Michela Vallarino, presidente del VIS e con una grande

esperienza di missioni all’ estero.

Cosa vi ha portato a lasciare tutto e partire per un'esperienza missionaria? (ve lo dico io, cit.

Cossu): L'Amore.

Sapienza, pazienza e speranza, tre parole che hanno accompagnato questo incontro. Essere in

grado di leggere il tempo in cui viviamo e comprendere il desiderio dei giovani; saper attendere i

frutti di qualcosa seminato da poco; avere fede e renderci conto che noi dobbiamo essere come

degli specchi che riflettono l'Amore di Dio per i giovani.

Dalla Consulta Nazionale passiamo ad un momento di incontro dell'Italia Centrale.

Appassionante, carismatica, intensa, a tratti commovente.

Non si può certo vivere di emozioni e sensazioni ma non si può descrivere diversamente

l’esperienza vissuta nel pomeriggio di domenica 13 Novembre a Valdocco in occasione della

Consulta Missionaria.

La consulta è un incontro online per tutte le CEP del territorio IC che ogni anno viene organizzato e

curato dalla commissione di Animazione Missionaria dell’Italia Centrale in occasione della Giornata

Missionaria Salesiana ed è un’ occasione per ricordare il carattere missionario della nostra

spiritualità attraverso testimonianze e racconti di chi ha trovato nella missione ad gentes la propria

vocazione.





Testimonianze direttamente dai luoghi dove il nostro carisma è nato e da dove i primi missionari

ormai 147 anni fa (145 per le Figlie di Maria Ausiliatrice) hanno mollato gli ormeggi seguendo il

sogno di Don Bosco e di Madre Mazzarello di annunciare il Vangelo nello stile che ci

contraddistingue fino alle periferie più sperdute del mondo.

Ospiti della diretta sono stati Don Myke SDB, canadese e missionario in Messico un po’ per

necessità, un po’ per provvidenza e oggi guida al museo Casa Don Bosco di Valdocco, Marco

Melis, giovane della casa di Livorno partito quest’ anno per l’esperienza estiva ad Alessandria d’

Egitto e Suor Ruth FMA, consigliera generale per le missioni.

Le parole dei testimoni hanno saputo riaccendere quell’ ardente desiderio d’ incontro e di partenza

tanto verso le periferie del mondo quanto quelle delle nostre città e quelle esistenziali dei giovani

che ogni giorno abbiamo la grazia d’ incontrare.

A fare da sfondo a queste testimonianze, come dicevo, luoghi che non possono che lasciare una

traccia indelebile negli occhi e nel cuore di chi si è collegato e dell’equipe di animazione

missionaria IC che ha avuto la grazia di poterne usufruire davvero come se fosse casa loro: la

tipografia storica di Valdocco, tettoia Pinardi e il museo Casa Don Bosco proprio davanti alla

cameretta.


Chiudo questo breve articolo con le parole di Don Bosco ai primi missionari: “Ma la voce mi

manca, le lagrime soffocano la parola. Soltanto vi dico che se l’animo mio è commosso per

la vostra partenza, il mio cuore gode di una grande consolazione”

(Don Bosco ai primi missionari in partenza dalla Basilica di Maria Ausiliatrice l’ 11 Novembre 1875).









Post in evidenza
Post recenti
Archivio
Cerca per tag
Seguici
  • Instagram
  • Youtube
  • Facebook Basic Square
bottom of page